Registrazione domini

NAPOLI, MAZZARRI:"SIAMO RISPETTATI E TEMUTI DA TUTTI. PANDEV NON SI DISCUTE"

L'allenatore del Napoli definisce una trappola la sfida di Lecce ed esalta Pandev

"Con il Lecce è una partita trappolà". Così il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri ha descritto la prossima sfida di campionato contro il Lecce. "Il 3-3 di martedì contro la Juventus mi brucia ancora sulla pelle. Se fossimo stati più attenti avremmo portato a casa un risultato più importante. Adesso guardiamo avanti comunque. Chiunque giocherà contro il Lecce dovrà essere sostenuto. Abbiamo visto che gli errori contro la Juve sono stati dovuti alla stanchezza quindi dovremo cambiare qualcosa per sfruttare forze fresche. La Juve è venuta a Napoli e si è si è adattata al nostro assetto; stesso discorso per la Lazio. Siamo rispettati e temuti da tutti. Abbiamo fatto riguadagnare fiducia nel calcio italiano. Viviamo un momento difficile: l'anno scorso i posti per l'accesso diretto in Champions erano 3; adesso ne sono 2 e dovremo fare il possibile per restare nell'Europa che conta". Mazzarri è fiducioso sul recupero di Cavani e si è detto molto contento di poter contare su un giocatore come Goran Pandev:" Quando è arrivato era indietro. L'ho richiesto per 3 anni e finalmente è arrivato. Non si può discutere un giocatore come lui. Ha valori tecnici assoluti. Ha solo bisogno di tornare a credere in sè stesso. Sotto questo punto di vista io e i miei collaboratori abbiamo fatto un lavoro super per recuperarlo. La sola cosa che gli ho chiesto di fare contro la Juve è stata 'fare il Pandev', non importava per quanto tempo".

di Redazione Centrale 01/12/2011 06:01
Condividi questo articolo:
Facebook Twitter MySpace Delicious Yahoo Google
Diggita Segnalo Digg OkNotizie Spurl
Stampa Invia ad un amico