Registrazione domini

Sabatini chiude a Delio Rossi: “Non sarà l’allenatore della Roma”

Il ds giallorosso ha chiarito alcuni punti sul momento Roma

 Ai microfoni di Roma Channel, ieri intorno alle 18.00 è intervenuto iAi microfoni di Roma Channel, ieri intorno alle 18.00 è intervenuto il ds giallorosso Walter Sabatini e ha chiarito alcuni punti sul momento Roma. Sulla fiducia a Zeman che sembra a tempo: “Si è parlato sempre molto anche quando abbiamo vinto qualche partita, dire che siamo soddisfatti sarebbe eccessivo, Zeman sta ancora sistemando alcuni aspetti, e noi siamo fiduciosi”, sulla rosa che non sarebbe adatta al 4-3-3: “Il mercato è stato concordato con l’allenatore e Baldini, altre volte ho fatto anche delle scelti indipendenti, ma no questa volta, tutti i giocatori presi possono giocare con questo modulo”. Sul possibile ingaggio di Delio Rossi: “Dovunque vado avvicinano a me il nome di Delio Rossi perché abbiamo un ottimo rapporto, Delio Rossi non sarà l’allenatore della Roma, non perché non è un bravo tecnico, ma per altre sue caratteristiche”, poi sul momento no di Destro “Mattia sta pagando alcune coincidenze fortunate per la Roma ma non per lui, gli attaccanti che giocano stanno tutti facendo bene e quindi lui trova poco spazio, ma se oggi io dovrei ricomprare Destro lo farei alle stesse cifre, è un ragazzo del ’91 destinato a una grande carriera. Da parte della comunicazione c’è una voglia di distruggere le cose che stiamo facendo , cavalcando i risultati negativi, ma se dobbiamo discutere Destro, allora parliamo di un altro sport. Poi su Pjanic: “Miralem sta pagando delle scelte del tecnico che se le fa è segno che ha una rosa che glielo permette, sul suo ruolo dico che Pjanic era un numero 8 lo scorso anno con Luis Enrique, e sarà un numero 8 anche quest’anno”. Infine sulla polemica dell’annullamento dell’ allenamento pomeridiano dice: “Si polemizza su tutto, un allenatore ha la facoltà di decidere quando e se allenarsi, visto anche il campo pesante dove si era giocato 48 ore prima, è una scelta che ci sta tutta”. Sulla fiducia a Zeman che sembra a tempo: “Si è parlato sempre molto anche quando abbiamo vinto qualche partita, dire che siamo soddisfatti sarebbe eccessivo, Zeman sta ancora sistemando alcuni aspetti, e noi siamo fiduciosi”, sulla rosa che non sarebbe adatta al 4-3-3: “Il mercato è stato concordato con l’allenatore e Baldini, altre volte ho fatto anche delle scelti indipendenti, ma no questa volta, tutti i giocatori presi possono giocare con questo modulo”. Sul possibile ingaggio di Delio Rossi: “Dovunque vado avvicinano a me il nome di Delio Rossi perché abbiamo un ottimo rapporto, Delio Rossi non sarà l’allenatore della Roma, non perché non è un bravo tecnico, ma per altre sue caratteristiche”, poi sul momento no di Destro “Mattia sta pagando alcune coincidenze fortunate per la Roma ma non per lui, gli attaccanti che giocano stanno tutti facendo bene e quindi lui trova poco spazio, ma se oggi io dovrei ricomprare Destro lo farei alle stesse cifre, è un ragazzo del ’91 destinato a una grande carriera. Da parte della comunicazione c’è una voglia di distruggere le cose che stiamo facendo , cavalcando i risultati negativi, ma se dobbiamo discutere Destro, allora parliamo di un altro sport. Poi su Pjanic: “Miralem sta pagando delle scelte del tecnico che se le fa è segno che ha una rosa che glielo permette, sul suo ruolo dico che Pjanic era un numero 8 lo scorso anno con Luis Enrique, e sarà un numero 8 anche quest’anno”. Infine sulla polemica dell’annullamento dell’ allenamento pomeridiano dice: “Si polemizza su tutto, un allenatore ha la facoltà di decidere quando e se allenarsi, visto anche il campo pesante dove si era giocato 48 ore prima, è una scelta che ci sta tutta”.

di Redazione Centrale 03/11/2012 09:02
Condividi questo articolo:
Facebook Twitter MySpace Delicious Yahoo Google
Diggita Segnalo Digg OkNotizie Spurl
Stampa Invia ad un amico