Registrazione domini

Vancouver/ Morto slittinista georgiano dopo incidente in prova

In precedenza incidenti anche a Zoeggler e alla Stramaturaru

Lo slittinista georgiano Nodar Kumaritashvili è morto in seguito al suo incidente nelle prove disputate a Whistler in vista delle competizioni olimpiche dei Giochi di Vancouver 2010. Lo ha comunicato un funzionario delle Olimpiadi. La morte di Kumaritashvili cade nel giorno della cerimonia di apertura dei Giochi. Il Comitato Olimpico Internazionale ha ricevuto la conferma del decesso dello slittinista georgiano Nodar Kumaritashvili. E' atteso un comunicato ufficiale. Durante gli allenamenti in corso a Whistler in vista delle gare di slittino delle Olimpiadi Invernali di Vancouver Il 21enne ha perso il controllo dello slittino in prossimità dell'ultima curva ed è volato fuori dalla pista colpendo un palo. I soccorritori del settore medico sono intervenuti effettuando un massaggio cardiaco. Circa otto minuti dopo l'incidente un elicottero dei soccorsi, immediatamente chiamato, ha raggiunto la zona dove è situata la pista Olimpica, un lungo budello di ghiaccio dove gli atleti dello slittino sfrecciano a velocità superiori anche ai 145 chilometri orari. La pista di Whistler è considerata la più veloce al mondo, una caratteristica che ha portato diversi atleti in gara ai Giochi a metterne in dubbio l'effettiva sicurezza. Durante le sessioni di allenamento circa dieci atleti sono stati protagonisti di incidenti: tra questi anche il fuoriclasse azzurro Armin Zoeggeler, uscito apparentemente illeso dal ribaltamento del suo slittino e la romena Violeta Stramaturaru. Kumaritashvili quest'anno ha partecipato a cinque gare di Coppa del Mondo chiudendo al 44.mo posto nella classifica finale, dominata proprio da Zoeggeler.

di Redazione Centrale 12/02/2010 11:43
Condividi questo articolo:
Facebook Twitter MySpace Delicious Yahoo Google
Diggita Segnalo Digg OkNotizie Spurl
Stampa Invia ad un amico